Salta al contenuto principale

Tu sei qui

Bilancio Aziendale

Signori Azionisti, gentili Lettori,
Obiettivi rinnovati e sfide sempre più avanzate si pongono di fronte a chi, come Ambiente Servizi, opera ormai da molti anni con pieno successo e tecniche innovative sui fronti del riciclo dei rifiuti e della tutela ambientale. La strada è stata già tracciata dalla Commissione Europea che ha presentato in un pacchetto contenente 4 proposte legislative volte a generare un’Economia Circolare.
Detto in parole semplici: da un lato bisogna produrre meno rifiuti, dall’altro occorre ripensare la progettazione di materiali e di beni. Perché la riduzione del consumo di materie prime perseguibile attraverso una seria politica di prevenzione dei rifiuti e alti tassi di riciclaggio può comportare minori consumi energetici e riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra. Non solo, ma per paesi tradizionalmente importatori come l’Italia consentiranno un miglioramento della bilancia dei pagamenti, quindi dell’intera economia. All’Unione Europea, nei prossimi mesi, il compito di varare adeguati provvedimenti legislativi. A società come la nostra, invece, quello di trovare soluzioni operative.

Ad esempio adottando il biogas, o biometano, per la trazione dei numerosi automezzi che Ambiente Servizi adopera sulle nostre strade, verrebbe contenuto l’inquinamento, abbattuti i costi e offerto un mercato a chi, come la vicina Bioman, recupera i gas prodotti dalla trasformazione del rifiuto umido compostabile. Un progetto questo che possiamo definire in avanzata fase di studio.

Ambiente Servizi, non conosce pause nella sua duplice missione di difesa ambientale e risparmio economico, documentata anche per il 2015 nelle seguenti pagine del Rapporto Integrato. Perché – per essere chiari – superare, come abbiamo fatto, l’80 per cento di raccolta differenziata di alta qualità è un successo, ma anche un limite. Nel senso che è sempre più difficile avanzare ulteriormente.

Quindi sono necessarie altre strade, come a suo tempo è stata la creazione di Eco Sinergie, e come ci auguriamo saranno nel prossimo futuro le iniziative dell’Unione Europea.

Signori soci e gentili lettori, trasparenza con le persone e per le persone, sforzo di operatori qualificati e cittadini responsabili, investimenti nella tecnologia continueranno, anche in questo 2016, a rappresentare le tracce portanti dell’operato di Ambiente Servizi, alla costante ricerca del miglior futuro sostenibile.

Buona lettura.

Il Presidente
On. Isaia Gasparotto